BAGELS

BAGELS

I bagels sono dei panini molto diffusi in America e prima ancora, nella cultura ebraica.
Questi panini sono particolari per la loro cottura: prima vengono sbollentati e poi asciugati in forno.
Vengono decorati con semi vari e sono molto buoni farciti con formaggi e salumi.
Io li ho fatti con la mia pasta madre: per chi non l’avesse può usare tranquillamente il lievito di birra fresco (1 gr nella biga e poi 3 gr  nell’impasto).

Ingredienti

Biga (Preimpasto)

10 gr pasta madre
100 gr farina 0
40 gr di acqua

Impasto
150 gr biga
400 gr di farina 0
210 gr di acqua
20 gr di olio evo
8 gr di zucchero di canna
10 gr di sale fino

Bollitura
2 lt acqua
1 cucchiaio di maizena
1 cucchiaio di zucchero
2 cucchiai di sale grosso

semi vari per decorare

La biga va fatta la sera prima: sciogliete la pasta madre nell’acqua e impastatela con la farina.

Fatela lievitare a temperatura ambiente tutta la notte.

Ecco come si presentava la mia al mattino.

Sciogliete la biga con lo zucchero e l’acqua.
Aggiungete a poco a poco la farina. Una volta assorbita tutta la farina, unite il sale.
Quando l’impasto sarà ben lavorato versate l’olio e continuate a impastare.

Ribaltatelo su un piano di lavoro infarinato e lavoratelo qualche minuto.

Coprite a campana l’impasto e fatelo riposare per 30 minuti.

Riprendete l’impasto e dividetelo in  8 panini dal peso di circa 100 gr l’uno.

Create le ciambelle forando il centro con l’aiuto delle dita: allargate un po’ il buco, perchè durante la lievitazione tenderà a chiudersi.
Appoggiate i bagels sotto alcuni quadrati di carta da forno: vi aiuterà a prelevarli per la cottura in acqua.
Fate lievitare i bagels fino al loro raddoppio.

Fate bollire l’acqua e versate la maizena, lo zucchero e il sale grosso.

Immergete i bagels per un paio di minuti.
Prelevateli con la schiumarola e metteteli in una teglia foderata con la carta da forno.

Decorateli con i semi vari.

Infornate a 220°C per circa 25 minuti, fino a quando non saranno belli dorati.
Fateli raffreddare su una gratella.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *