SHAKSHUKA E PITA

SHAKSHUKA E PITA

La shakshuka è un piatto tipico della cucina ebraica. Si tratta di una preparazione a base di salsa di pomodoro, spezie e peperoni e uova.

E’ una ricetta semplice che nasconde una tradizione antica: si dice che questa ricetta fu creata in Algeria e fu portata ad Israele da ebrei immigrati al tempo dell’impero Ottomano.

E’ un piatto allegro e pieno di profumi, un mix di sapori che rende appieno il suo significato originale: mistura.

La shakshuka viene accompagnata dalla pita: un pane basso dalla doppia lievitazione, tipica della cucina del Medio Oriente.

Beh, basta chiacchiere….passiamo alla ricetta della shakshuka e pita.

rps20151008_105800[1]

Ingredienti

Per 4 pita

125 gr di manitoba

125 gr di farina 0

6 gr di lievito di birra fresco

15 gr di olio

150 ml di acqua

1/2 cucchiaino di zucchero

6 gr di sale

Per 3 shakshuka

3 peperoni verdi lunghi (i friggitelli)

1 peperone rosso

1 cipolla

1 spicchio d’aglio

1 peperoncino fresco

1 bicchiere di acqua

400 gr di polpa di pomodoro (usate quella con i pomodori a pezzi)

succo di mezzo limone

olio evo q.b.

cumino q.b.

sale q.b.

Cominciate con il preparare la pita.

Sciogliete in mezza dose d’acqua indicata negli ingredienti il lievito e lo zucchero.

rps20151008_105730[1]

Versate nella planetaria (o sulla spianatoia se impastate a mano) le farine e unite l’acqua con il lievito.

rps20151008_105638[1]

 

Nell’acqua restante versate l’olio e il sale e unitelo all’impasto.

Lavorate bene e a lungo il panetto.

rps20151008_105608[1]

Fatelo lievitare fino al raddoppio. Io ci ho messo circa 2 ore, ma con i primi freddi dipende molto dalla temperatura che avete in casa.

Dividete l’impasto in quattro palline da 100 gr l’una.

rps20151008_105402[1]

Stendete ogni pallina in una sfoglia non troppo sottile.

Adagiate le sfoglie in una teglia foderata con della carta da forno: le sfoglie non devono toccarsi tra loro.

Spennellate le pita con un’emulsione di olio e acqua e fatele lievitare per altri 30 minuti.

rps20151008_105207[1]

Infornate le pita a 250° C fino a quando non cominceranno a gonfiarsi e saranno leggermente dorate (a me ci sono voluti circa 5-7 minuti).

Adagiate le pita sopra un piatto e coprite a campana con un’insalatiera o una ciotola di vetro: inq uesto modo resteranno morbide.

Passate ora a preparare la shakshuka.

Pulite i peperoni eliminando i semi e i filamenti interni e poi riduceteli a pezzetti.

rps20151008_105541[1]

Versate in padella un filo d’olio e fate soffriggere una cipolla tritata finemente.

rps20151008_105511[1]

Quando la cipolla sarà diventata quasi trasparente, unite l’aglio tritato e il peperoncino.

Fate insaporire bene l’olio.

rps20151008_105441[1]

Unite la dadolata di peperone, la polpa di pomodoro, il succo di limone e l’acqua.

Aggiungete il sale e il cumino e fate cuocere a fiamma bassa la salsa.

rps20151008_105317[1]

La salsa di spezie e peperoni sarà pronta quando il sugo si sarà rappreso.

La shakshuka è un piatto monoporzione e pertanto io ho versato la salsa di peperoni e spezie in 3 cocotte.

Rompete in ogni cocotte un uovo.

rps20151008_105242[1]

Rimettete sul fuoco ( o in forno se preferite) le cocotte e fate cuocere fino a quando l’albume non sarà rappreso. Il tuorlo deve restare morbido.

inutile dire che in questa ricetta la scarpetta è d’obbligo!

rps20151008_105846[1]

 


2 thoughts on “SHAKSHUKA E PITA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *