IL PANE DI MIA MADRE

IL PANE DI MIA MADRE

 

Il pane di mia madre è il ricordo più indelebile che ho della mia infanzia.

Ricordo perfettamente l’impazienza che avevo mentre aspettavo che sfornasse le pagnotte di pane, ricordo che mi sgridava perchè ne rubavo sempre un pezzetto ancora caldo e fumante” Vale smettila, ti fa male alla pancia!”

Ma io annusavo quel pezzetto di pane e ne assaporavo il profumo e la mollica ancora calda.

Oggi non è cambiato nulla: sono ancora impaziente e mi sgrida appena tocco il pane ancora caldo!

Questa ricetta è di mia madre e a lei dedico questo articolo.

Dopo tanti anni finalmente sono riuscita a trovare il tempo di fare questo pane.

Ho annotato ogni sua indicazione e ogni suo suggerimento.

E, dopo aver ottenuto la sua approvazione a pane sfornato, ho deciso di pubblicare la foto ricetta.

L’altra sera ho provato a farlo, impastando solo mezzo chilo di farina…è sparito a tempo di record!!!!!

E così l’ho rifatto il giorno dopo, apportando una piccola modifica: ho spennellato la superficie del pane con dell’olio aromatizzato all’aglio, erbe aromatiche varie e peperoncino.

rps20151103_102731[1]

Ingredienti

250 gr di semola rimacinata

250 gr di farina 0

3 cucchiaio di olio evo

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di zucchero

10 gr di lievito di birra fresco

acqua q.b. (circa 500 ml)

Versate le due farine nella planetaria ( o sulla spianatoia se impastate a mano).

rps20151103_103152[1]

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida insieme allo zucchero (io ho usato circa 250 ml per sciogliere il lievito).

rps20151103_103106[1]

Versate l’acqua con il lievito, aggiungete l’olio e iniziate ad impastare.

rps20151103_103039[1]

Aggiungete il sale e l’acqua poco per volta.

rps20151103_103011[1]

Impastate fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.

rps20151103_102935[1]

Fatelo lievitare per circa 3 ore fino al suo raddoppio. La durata della lievitazione dipende molto dalla temperatura che avete in casa.

rps20151103_102905[1]

Riprendete l’impasto, sgonfiatelo delicatamente e dividetelo in 3 parti.

rps20151103_102836[1]

Lavorate ogni parte facendola diventare una pagnotta liscia e compatta. Incidete la superficie e adagiatela sopra una teglia rivestita con della carta da forno.

Fate lievitare per altre 2 ore.

rps20151103_102803[1]

Spolverate con della farina 0 e infornate a 200°C per circa 20 minuti.

Fate raffreddare il pane sopra una gratella e affettatelo quando sarà completamente freddo.

rps20151103_102659[1]


7 thoughts on “IL PANE DI MIA MADRE”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *